Come cambiare una cattiva abitudine: dall’identificazione alla sostituzione in 6 step

Le abitudini, sono tutti quei comportamenti che ripetiamo nel tempo in modo automatico.

Considerando poi che i nostri risultati dipendono da ciò che ripetiamo nel tempo, possiamo dire che le abitudini che portiamo avanti, impatteranno in modo importante, sui nostri risultati futuri.

Ecco perchè in questo articolo, andiamo a vedere come cambiare una cattiva abitudine, partendo dall’identificarla, fino ad arrivare a sostituirla.

1-Identifica l’abitudine da cambiare

Per iniziare prendi un foglio e una penna, poi segui i punti che trovi qua sotto:

(se non è il momento, salvati pure il link e torna a leggere l’articolo in un momento più tranquillo)

  • Per prima cosa elenca le abitudini che hai durante la giornata.
  • Una volta fatto il tuo elenco, segna accanto ad ognuna, se è un’abitudine che nel lungo periodo ti dà risultati positivi, negativi o ininfluenti.
  • Scegli poi fra le abitudini negative, quella che vuoi cambiare per prima. Per sceglierla prova a chiederti quale delle abitudini negative, credi che abbia l’impatto più potente sui tuoi risultati. E poi agisci su quella.

Per iniziare, non fare l’errore che ho fatto io che ho voluto cambiare più volte tutto insieme, perchè questo, come vedremo più avanti ti riporterà con molta probabilità a ricadere nella cattiva abitudine.

Scegline quindi una e parti da lì, con il focus concentrato al massimo su quella.

Scelta? Dai partiamo!

2-Capisci la gratificazione

Una volta che l’hai scelta dobbiamo andare a capire il perchè porti avanti quella abitudine. Siamo seri, anche se è un’abitudine cattiva, un motivo ci deve essere se la porti ancora avanti.

Ogni abitudine, è messa in moto da un segnale e viene svolta per appagare un bisogno, che sia sentirsi più rilassati, più sicuri, sentirsi accettati o altro.

Devi capire perchè lo fai. Così poi, andrai a sostituire quell’azione, cercando di andare ad appagare lo stesso bisogno. Quindi chiediti:

Perchè lo fai?…….Cosa ti dà?………….. Come ti fa sentire?…………………. In cosa ti aiuta?……

Scrivilo nel foglio e quando ti sarà chiara la “ricompensa che cerchi”, passiamo oltre!

3-Comprendi il segnale che la mette in moto

Ogni abitudine, viene messa, in moto da uno specifico segnale. Possono essere situazioni, cose o momenti che ti ricordano l’abitudine.

Può essere una sensazione di stress, lo scoccare di una determinata ora o il vedere uno specifico oggetto. Osservati durante il giorno e capisci cosa ti porta a mettere in moto quell’abitudine.

Dopo che avrai capito il segnale, sarà il momento di eliminarlo!

4-Elimina il segnale

Elimina o nascondi il segnale della vecchia abitudine se è possibile. Se ad esempio mangi tanta cioccolata e la mangi perchè sei a casa e la vedi sul mobile, il fatto che la vedi è il segnale.

Nascondendo la cioccolata dentro al mobile, avrai eliminato il segnale, e sarai meno portato a riattivare la vecchia abitudine.

5-Genera una nuova azione\comportamento

Adesso, devi trovare una nuova azione che abbia come fine, la stessa gratificazione che avevi prima.

Se pensando all’esempio della cioccolata possiamo mangiare la frutta, nel caso in cui, ogni mattina quando ti svegli (segnale) guardi i social(routine) per rilassarti (gratificazione).

Puoi trova un’azione(routine) da fare la mattina, quando ti svegli(segnale) che ti rilassi (gratificazione) ma che non ti faccia perdere tempo. Come ad esempio, può essere meditare, fare yoga, stiracchiarti, leggere ecc..

Se invece la routine da debellare è difficile, una cosa molto utile può essere quella di creare attorno alla cattiva abitudine, altre buone abitudini che vadano a “soffocare” la cattiva abitudine. (Se vuoi saperne di più su questo concetto, è spiegato molto bene in un libro che puoi trovare su Amazon cliccando qua.)

6-Crea un nuovo segnale

Adesso che hai eliminato il vecchio segnale, ed hai chiara la nuova azione, crea altri segnali utili per rinforzare la tua nuova abitudine.

Ad esempio potresti mettere al posto di dove era la cioccolata, il portafrutta, così quando guarderai lì, vedrai della frutta e la mangerai al posto della cioccolata.

Oppure nell’esempio di quando ti svegli, potresti mettere al posto del telefono un libro, un tappetino per fare yoga, o un cartello che ti dice cosa fare.

Prova, ingegnati e crea il tuo segnale, le soluzioni sono infinite. 😉

Come iniziare?

  • Crea un sistema di controllo : ad esempio una tabella dove metti le crocette della nuova routine, oppure puoi utilizzare un diario nel quale segni l’azione fatta.
  • Inizia in modo semplice: fai in modo che le prime volte la routine sia più facile. Se ad esempio non hai mai corso, non iniziare con 5 volte alla settimana ma procedi in maniera più cauta. Creati dei piccoli step da raggiungere settimanalmente, o mensilmente, magari partendo da 2 volte alla settimana e aumentando settimana dopo settimana

Bene, siamo arrivati quasi alla fine dell’articolo, sappi che il metodo che ti ho condiviso, è frutto di libri letti e prove personali fatte, lo trovi tutto in un’ unica pagina, non ti resta che provare a metterlo in pratica e agire.

Se poi vuoi capire meglio le abitudini da un punto di vista scentifico, un libro che ti consiglio ricco di esempi ed esperimenti lo trovi su Amazon cliccando qui.

Riflessione e link utili per proseguire

Una domanda più che lecita, è quella sul tempo necessario per creare una nuova abitudine, e la risposta non è sempre facile da dare.

Infatti i tempi possono cambiare da persona a persona, asseconda del comportamento e della complessità della nuova abitudine da adottare. Ecco perchè i tempi medi testati in vari esperimenti, si aggirano intorno ai 66 giorni, ma possono variare dai 18 ai 254 giorni.

Un’ altra cosa molto importante quando si vuole cambiare un’abitudine, è quella di credere che si riuscirà a cambiarla.

Come sai infatti, credere di riuscire ha una potenza enorme, se poi hai dubbi su questa cosa, trovi l’articolo in cui parlo dell’importanza di credere, cliccando qua.

Condizionati quindi nel credere di poter cambiare la cattiva abitudine!

La cattiva abitudine del fumo

Se poi la tua cattiva abitudine è il fumo, sappi che una volta era anche la mia.

Come ho fatto a cambiarla?

Io ho unito il metodo che ti ho condiviso sopra, ad un libro che mi ha aiutato molto a crederci. Se vuoi smettere di fumare te lo consiglio, perchè fa un bel lavoro sulle motivazioni che ci fanno fumare. Se ti interessa trovi il libro su Amazon cliccando qua.

E mi raccomando, se anche sbaglierai e ricadrai nella cattiva abitudine, sappi che io prima di smettere di fumare, ci sono ricaduto 18 volte il primo anno e 22 il secondo, quindi c’è speranza per tutti.

L’importante è credere che te ne libererai riprovando il prima possibile a eliminare la cattiva abitudine.

Concludendo

Concludendo amico Walker, metti in pratica ciò che trovi in questo articolo, e se ti va fammi sapere quale è l’abitudine che vuoi cambiare e se sei riuscito a cambiarla.

A presto!

Un abbraccio.

Francesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: