Come creare una nuova abitudine in 6 step

Creare una nuova abitudine. Facile?

Mah, diciamo che ci sono cose più difficili, anche se..

Personalmente fino a quando non ho capito come funzionano le abitudini e come si formano, ho vissuto nell’inconsapevolezza di quelle che avevo e di quelle che andavo a creare.

Rappresenta una persona che decide di non fumare più e che crea una nuova abitudine.

Cosa sono le abitudini?

Partiamo quindi dal, “cosa sono le abitudini?”.

Le abitudini sono comportamenti automatici che ripetiamo spesso in maniera inconscia, senza cioè il controllo della nostra parte razionale.

Sono utili perchè fanno ottimizzare le energie al nostro cervello. Il problema subentra quando facciamo nostre abitudini dannose e disfunzionali.

Ecco perchè ho parlato in un altro articolo di come cambiare un’abitudine, dato che il processo è un pò diverso visto che l’abitudine cattiva, va sostituita per crearne una nuova. Perciò se vuoi cambiare una tua cattiva abitudine trovi l’articolo cliccando qui.

Se invece vuoi creare una nuova abitudine,continua pure la lettura perchè in questo articolo andiamo a conoscere quei meccanismi utili, step by step, per creare nuove abitudini sostenibili e potenzianti.

Sei pronto?

Andiamo allora a vedere, come creare una nuova abitudine in 6 step pratici.

Creare una nuova abitudine in 6 step

Qui di seguito trovi 6 step per creare una nuova abitudine che ho appreso tramite la lettura di libri e corsi.

Sono 6 step pratici che metto in atto anche io ogni volta che voglio creare una nuova abitudine positiva, perciò occhi aperti!

Ci sei?

Dai partiamo! 🙂

1.Trova il bisogno

La prima cosa da fare è quella di individuare il nuovo comportamento e il bisogno che la nuova abitudine andrà a soddisfare in te.

Vuoi essere più apprezzato? Più sicuro? Vuoi stare meglio? Vuoi sentirti soddisfatto? Vuoi vincere lo stress? Vuoi aiutare gli altri?

Per prima cosa definisci il motivo che ti spinge a intraprendere la nuova abitudine, e segnalo in un foglio così da poterlo riguardare ogni volta che ne hai bisogno così da motivarti ad agire per essere perseverante.

2.Crea il segnale

Il segnale è il meccanismo che mette in moto la routine, ovvero la nuova abitudine che vuoi fare tua.

Ed i migliori segnali in genere sono di tre tipi:

  • Il momento. Un momento successivo ad un’abitudine già radicata in te. Farla dopo una abitudine o un comportamento già radicato in te, faciliterà molto la creazione della nuova abitudine. Segnali simili sono “quando ti svegli”, “dopo la colazione”, “dopo che ti sei lavato i denti” “dopo la pausa” ecc..
  • Segnale visivo. Puoi utilizzare un oggetto che messo in una determinata posizione, quando lo vedi ti ricorda di dover mettere in atto la nuova abitudine, funzionando così da segnale per mettere in atto la nuova routine. Un esempio possono essere i vestiti per la corsa già messi sulla sedia appena arrivi a casa, o quando ti svegli.
  • Segnale orario. Puoi identificare un orario specifico nel quale eseguire la nuova abitudine. Per farlo puoi impostarti dei promemoria o la sveglia del telefono ad esempio, che ti ricordano proprio quella routine che diventerà poi abitudine.

Delle volte puoi provare anche a mixare i segnali che trovi qua sopra fra di loro.

Il mio segnale nello scrivere il diario

Io ad esempio per crearmi l’abitudine di scrivere nel diario, prima lo facevo tutte le sere prima di andare a letto(segnale), ma non ero costante.

Così ho deciso di cambiare momento e di farlo subito dopo essermi lavato i denti e questo mi ha aiutato a farla diventare una nuova abitudine.

La chiave è quindi quella di sperimentare il segnale migliore per te, fino a che non troverai quello giusto, e se vedi che non funziona, non ti buttare giù ma cambialo e mixalo con altri segnali.

3.Routine

Rappresentano due persone che vanno a correre per creare la loro nuova abitudine.

Definisci la routine della nuova abitudine, ovvero l’azione o la serie di azioni, da dover mettere in atto e da far diventare abitudine.

Inizia poi ad utilizzare il segnale, ed a mettere in atto la nuova routine in modo graduale, dato che inizialmente dovrai superare la resistenza dell’omeostasi.

L’omeostasi, se già non la conosci, è il principio secondo il quale ogni corpo tende alla stabilità, perciò ad ogni cambiamento che mettiamo in moto, corrisponde una forza pari contraria che ci vuole riportare dove eravamo prima.

In poche parole, se fai “mille” cambiamenti che ti spingono in avanti, presto ti arriveranno altre mille spinte che ti vogliono riportare indietro.

Quindi capisci perchè è importante iniziare inserendo una sola nuova abitudine, a piccole dosi?

Se ad esempio vuoi iniziare a leggere tutte le sere e non hai mai letto, non iniziare con l’idea di leggere 20 pagine a sera, ma inizia con l’idea di leggere 2\3 pagine a sera, così da abituare il tuo corpo a portare avanti quell’abitudine e poi incrementa le pagine nei giorni successivi.

4.Gratificazione

La gratificazione è il desiderio che vogliamo appagare per rinforzare la nuova abitudine.

Ogni volta che porti a termine la routine, è importante che tu abbia una gratificazione chiara, che ti ripaghi per lo sforzo appena fatto. Senza una gratificazione chiara, potresti rischiare di perdere velocemente la motivazione, ecco perchè è importante definirla.

Per farlo puoi riprendere il foglio nel quale hai scritto il bisogno che vuoi appagare, o il motivo, e crearti un premio collegato a quel bisogno.

Ad esempio, per inserire l’abitudine nel praticare la gratitudine, il mio desiderio era quello di essere più felice, così ogni volta che finivo la mia pratica della gratitudine, guardavo fuori dalla finestra sperimentando la soddisfazione di stare meglio.

Sò che può sembrare una gratificazione inesistente, ma questa era la mia ricompensa, che aveva un valore per me, come la tua lo deve avere per te.

Come vedi non deve per forza essere chissà cosa, ognuno può trovare la sua in funzione del desiderio o del bisogno da appagare…

Questo è solo un esempio per dimostrare che non per forza, si deve ricorrere a premi materiali per gratificarsi.

5.Crea un sistema di feedback

Rappresenta un'agenda nella quale avere un sistema di feedback per creare la nuova abitudine.

Ma dove andiamo senza un sistema di feedback?

Per alcune persone parlare di sistema potrebbe farle pensare a qualcosa di complesso, ma in realtà può bastare anche un calendario o un diario nel quale depennare giornalmente, la nuova azione messa in atto e portata a termine.

Questo ci sarà utile ad evitare i cali di motivazione e ad essere costanti e disciplinati nel portare avanti la nuova azione, fino a quando la nuova abitudine non si sarà cementificata.

Perciò, trova il tuo sistema di feedback e non spezzare la catena della nuova abitudine.

Se poi vuoi un sistema già pronto, trovi la tabella del Walker cliccando qua.

6.Associa il nuovo comportamento al piacere

Facilitarci nel portare avanti la nuova azione può essere molto utile, almeno all’inizio.

Una cosa utile per farlo è quello di associare alla nuova azione il piacere, ovvero un azione che già ci piace fare.

Io ad esempio ho associato il fatto di andare a correre, agli audiolibri ed ai podcast, così da poter imparare ed allenarmi nello stesso momento.

Considera poi che questo è uno step in più, quelli fondamentali sono i precedenti, perciò concentrati su quelli e poi con calma inserisci pure questo lo ritieni utile per te.

Gli step su come creare una nuova abitudine li abbiamo visti ora, la domanda che potrebbe passare nella mente di qualcuno è :

“Ma quanto tempo ci vuole per creare una nuova abitudine”?

E la risposta è dipende!

Dipende perchè i tempi possono cambiare da persona a persona, asseconda del comportamento della persona e della complessità dell’abitudine da adottare.

I tempi medi sono stati definiti in 66 giorni, ma possono variare dai 18 ai 254 giorni.

Non resta che provare! S

ono poi stati fatti molti studi ed esperimenti per comprendere le abitudini e come reagisce il cervello, ecco perchè se sei curioso e vuoi capire le abitudini da un punto di vista scientifico, un libro che ti consiglio perchè ricco di esempi ed esperimenti lo trovi su Amazon cliccando qui.

Se invece vuoi comprendere meglio la parte pratica delle abitudini, un libro che spiega molto bene come creare o cambiare una nuova abitudine in modo graduale, lo trovi su Amazon cliccando qua.

Mentre, se vuoi degli spunti su quali nuove abitudini creare, puoi prendere spunto da quelle azioni di cui ho parlato nell’articolo legato alla routine per migliorare la propria vita. Se ti interessa, trovi l’articolo cliccando qui.

Concludendo

Concludendo amico Walker siamo arrivati alla fine! Hai tutti gli step qui riassunti, perciò adesso non hai più scuse!

Abituati ad abituarti al meglio! 😀

Fammi sapere poi se sei riuscito a creare una nuova abitudine, se hai delle domande o se hai trovato qualcosa di non semplice da mettere in pratica.

A presto!

Un abbraccio.

Fra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: