Comunicare con intelligenza emotiva

Per comunicare con intelligenza emotiva, bisogna essere dei fenomeni?

No, assolutamente no.

Di sicuro, possono essere delle persone più predisposte, che hanno già sviluppato la capacità di comunicare con intelligenza emotiva, èerchè magari hanno fatto determinati lavori, hanno vissuto determinate esperienze, o perchè più sensibili ed empatici di natura. Tuttavia si può anche sviluppare ed imparare.

Ma cosa è l’intelligenza emotiva? Vediamolo qua sotto.

Intelligenza emotiva

Ho già parlato in un articolo di cosa è e di come sviluppare l’intelligenza emotiva, se ti interessa trovi l’articolo cliccando qui.

Tuttavia riassumendo, l’intelligenza emotiva, è stata definita dal famoso psicologo Daniel Goleman, come la qualità che più nel quoziente intellettivo tradizionale, consente alle persone di avere successo nella vita privata e lavorativa.

E’ la capacità di comprendere i propri stati d’animo e gli stati d’animo altrui, utilizzando poi queste informazioni per dirigere pensieri ed azioni.

E’ una capacità, che per quanto mi riguarda, mi sono accorto di aver sviluppato, leggendo l’articolo di un blog, e notando che molte delle caratteristiche dell’intelligenza emotiva, le avevo già.

Cosa questa, che non credo essere poi così rara e che forse può capitare o essere capitata anche a te, leggendo questo articolo o quello sull’intelligenza emotiva, di cui parlavo prima.

Se invece non ti ci sei riconosciuto, stai comunque sereno perchè è una capacità che si può tranquillamente apprendere. Ed anche una volta appresa, credo che vada sempre migliorata e potenziata.

Dopo averla sviluppata e potenziata, è ovvio che il comunicare con intelligenza emotiva, avvenga quasi in modo naturale. Ecco perchè il mio consiglio, è quello di leggerti anche l’articolo sull’intelligenza emotiva, che trovi all’inizio di questo paragrafo.

Detto questo, e fatte le dovute premesse, andiamo a vedere come comunica una persona con intelligenza emotiva e poi 3 suggerimenti per comunicare con intelligenza emotiva.

Ci sei? Dai partiamo! 🙂

Come comunicare con intelligenza emotiva

Rappresenta l'intelligenza emotiva che connette la ragione con le emozioni

Chi comunica con intelligenza emotiva, è in grado di riconoscere le proprie emozioni e quelle altrui, prevendendo anche le emozioni che potranno nascere nell’altra persona e orientando così, la propria comunicazione, per bilanciare gli stati d’animo.

Daniel Goleman ha sintetizzato la capacità di comunicare con intelligenza emotiva in tre abilità principali, presenti in tutti i leader, ed io vi ho aggiunto un breve suggerimento basato sulla mia esperienza.

1-Stabilire un contatto empatico

La prima cosa che fa, chi comunica con intelligenza emotiva, è quella di entrare in contatto, con le emozioni dell’altra persona.

Per farlo, dobbiamo far nascere in noi, quella curiosità infantile verso l’altra persona. Dobbiamo voler comprendere come lui\lei vede il mondo, quali sono i suoi interessi, le cose che gli piacciono e le cose che gli fanno paura o gli creano frustrazione.

Il tutto, va fatto senza avere giudizi, ma con la curiosità, di conoscere e capire, il perchè delle sue scelte.

In questo modo, riusciremo a comprendere in che modo vede il mondo, quali sono le sue convinzioni, e come crea le sue emozioni, sviluppando così un contatto empatico.

Ecco, allenarsi a fare questo, con amici, parenti e perchè nò anche con sconosciuti, credo che oltre ad aiutarci per comunicare con intelligenza emotiva, possa anche essere utile per aprirci la mente, e farci crescere come persone.

2-Feedback

Un’altro aspetto, che è presente in chi comunica con intelligenza emotiva, è che riesce a dare un proprio feedback senza farlo percepire come critica.

In pratica, è un prevedere le emozioni che scaturiranno nell’altra persona, in funzione delle parole che va a dire.

Questo, sarà utile per calibrare il linguaggio, in funzione alle espressioni dell’altra persona, ed alla previsione delle emozione che si andranno a creare, pronunciando determinate parole, o toccando precisi concetti.

A qualcuno può sembrare non semplice come concetto, poi forse a te sembrerà semplice, non lo sò, a me riesce in modo abbastanza naturale.

Questo perchè la ricerca di approvazione che avevo verso gli altri, mi portava in modo naturale a voler comprendere i loro sentimenti, adeguando poi me stesso ed il mio linguaggio, per essere appunto approvato.

Cosa che una volta non era molto positiva, ma che come tutte le medaglie ha il suo rovescio, ed una volta superata, ti lascia un insegnamento.

Detto questo, vediamo un rapido esempio sul feedback.

Esempio sul feedback

Un’esempio, può essere quello di evitare di andare diretti sulle cose negative, ma di partire dalle cose positive, quando si deve dare un feedback ad una persona, o gli si vuole dire qualcosa per correggere un suo atteggiamento.

Perchè questo? Perchè, partendo dalle cose positive che ha fatto l’altra persona, creeremo in lei\lui, delle emozioni positive, che ci aiuteranno a non fargli\le percepire le cose negative come troppo “cattive”.

Inoltre, ci faremo ascoltare in modo più semplice, riuscendo così, a trasferire in modo efficace il nostro messaggio.

Prova la prossima volta che devi dare un suggerimento ad una persona a dirgli\le: ” sei stato bravo a…(x)…. l’unica cosa è che…(y)…magari la prossima volta potresti…(z)….”.

Ora, non è che questo sia l’oracolo eh, ci saranno di sicuro persone che se la prenderanno perchè non sanno accettare nessuna critica, tuttavia detta così e magari usando un tono amichevole, il feedback sarà digerito in modo più semplice, dato che lo avrai espresso, con intelligenza emotiva.

3-Risolvere i conflitti fra le persone

Rappresenta due persone che riescono a gestire i conflitti grazie all'intelligenza emotiva

Altra caratteristica, presente in chi comunica con intelligenza emotiva, è quella di riuscire a comprendere le emozioni di più persone coinvolte nella conversazione, calibrando poi ciò che dice, per bilanciare i due o più stati d’animo coinvolti.

In questo caso, dobbiamo riuscire a capire come si sente l’altra persona, nel momento in cui succede un’avvenimento o viene detta una cosa, prestando attenzione alle sue espressioni facciali, al suo tono della voce e all’argomento toccato.

Nello stesso momento dobbiamo comprendere anche l’altro soggetto coinvolto, così da gestire nel giusto modo, il nostro tono della voce, i nostri modi e le nostre parole, per rimettere le due persona, nello stato d’animo più utile, a raggiungere un punto in comune per entrambe le parti.

Questo, credo sia il Next Level, del comunicare con intelligenza emotiva, ed è in pratica, il fare da mediatore, molto simile al discorso fatto sul feedback, ma più complesso, perchè sono coinvolte più persone e perchè le devi comprendere entrambe.

Riflessione e link utili per proseguire

Io non sò a che livello è la tua capacità di comunicare con intelligenza emotiva, leggendo l’articolo dovresti esserti fatto un’idea.

Certo è che se sei una persona sensibile, parti un’attimo avvantaggiato, tuttavia anche se non lo sei i punti dell’articolo rimangono sempre validi.

Se infatti è vero che il terzo punto dell’articolo, è quello un pò più difficile, non possiamo dire lo stesso per i primi due punti, per i quali serve solo voglia di imparare, voglia di mettersi in discussione e voglia di mettere in pratica, il resto poi è solo questione di tempo.

Vedrai che applicandoti, presto riuscirai a leggere prima le situazioni, a leggere prima le persone, ed a comprendere prima cosa dire o cosa fare, per essere più apprezzato, per essere più rispettato o per comunicare in modo più efficace.

Se poi vuoi più informazioni, o vuoi vedere un percorso specifico per comunicare con intelligenza emotiva, trovi qua sotto 3 risorse consigliate:

  • Se vuoi più informazioni su come comprendere le altre persone, un libro utile lo trovi su Amazon cliccando qui. Libro che fra l’altro puoi anche leggere gratuitamente se sei iscritto a Kindle Unlimited. Se poi non sei iscritto e vuoi iscriverti con un mese gratis, clicca qui.
  • Se vuoi più informazioni su come interagire con le altre persone, prestando attenzione alle parole, alla semantica e ad altre variabili fondamentali, trovi un’ottimo libro su Amazon, cliccando qua.
  • Se invece vuoi vedere un percorso specifico, puoi trovare il programma di un videocorso per comunicare con intelligenza emotiva, che spiega anche il concetto della modulazione del messaggio cliccando qui.

Concludendo

Concludendo, amico Walker, fammi sapere se hai messo in pratica i suggerimenti per comunicare con intelligenza emotiva, o se hai trovato non semplice qualcosa di specifico.

A presto Walker!

Un abbraccio.

Francesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: