Credenze : come si formano e da cosa vengono influenzate

Le credenze sono le nostre certezze, è ciò che guida le nostre decisioni.

Ogni volta infatti che dobbiamo scegliere consciamente o inconsciamente, scegliamo quelle opzioni, in linea con le nostre convinzioni, trasformandole così in azioni e poi in risultati.

Ritrae come si fomano le credenze

Più credenze messe insieme, danno origine ai “programmi decisionali” che guidano il nostro inconscio, definito da Freud, come la parte sommersa dell’iceberg, per trasferirci il concetto che guida 95% delle nostre azioni.

Ecco perchè, data l’importanza del nostro inconscio, e delle nostre convinzioni, in questo articolo andiamo a vedere come si formano le convinzioni e da cosa vengono influenzate.

Come si formano le credenze?

Quando nasciamo il nostro cervello è vergine, senza “programmi” installati al di fuori di quelli per la sopravvivenza.

Crescendo, le informazioni per ripetizione o emozione, creano le nostre credenze e quindi la nostra parte inconscia.

Tutto ciò, andrà ad influenzare la nostra attenzione selettiva, ossia quel filtro con il quale guardiamo il mondo e che plasma la nostra realta e le nostre esperienze.

Chi influenza le nostre credenze?

Le fonti di informazione, più comuni che influenzano le nostre credenze sono 4 : la cultura, i media, le altre persone e noi stessi

La cultura

Il primo modello di convinzioni, è quello inerente alla cultura.

Secondo questo modello, pensiamo che gli svizzeri siano precisi, i francesi avidi, i tedeschi cinici ecc.

Sono quelli schemi che guidano il nostro comportamento, nel ritenere un vestito consono o meno, nel ritenere normale mangiare una cosa ma non un’altra, nel ritenere giusto salutarsi in un modo o in un altro.

I media

Il secondo modello è quello inerente ai media.

Tramite le informazioni infatti, i media hanno il potere di farci credere o non credere a una determinata cosa. Questo perchè noi, non possiamo verificare tutte le notizie e quindi prendiamo per vere, quelle che ci vengono riferite.

Non voglio dire che le notizie siano false, ognuno ha la sua opinione in merito. Hanno però la possibilità di sceglierle e quindi di creare o predisporre l’idea nelle masse, come è anche già successo in passato.

Le altre persone

Il terzo modello sono le altre persone.

Ricerchiamo infatti negli altri, dei modelli di comportamento da seguire e ci facciamo spesso influenzare, prendendo per buoni quelli.

Ritrae come le altre persone influenzano la nostra mente

Questo è un’istinto primordiale chiamato “modellamento” e che utilizziamo per capire cosa è giusto, cosa è sbagliato o come si fa una determinata cosa così da imparare.

Lo possiamo fare in due modi, per imitazione o per riprova sociale.

Il modellamento per imitazione, avviene quando apprendiamo un comportamento guardando l’altra persona che compie quel gesto. E’ una cosa positiva che ci ha aiutato a progredire, tuttavia può farci apprendere negli anni, anche tutti quei comportamenti disfunzionali delle persone intorno a noi.

Il modellamento per riprova sociale, avviene quando non conosciamo, o abbiamo dei dubbi sul comportamento da adottare in una data situazione. E quindi guardiamo e riteniamo valido, il comportamento che ha la maggior parte delle persone.

Ecco perchè nella sezione per crescere più velocemente fra i fattori utili, ti parlo anche dell’importanza delle persone nella tua vita, e di come poter entrare in contatto con persone che ti aiutino a migliorare. (Se vuoi leggere l’articolo, clicca qui)

Te stesso

Il quarto modello siamo noi stessi. Ci influenziamo con le storie che ci raccontiamo, frutto dei programmi di sopravvivenza del nostro cervello e delle altre fonti di programmazione.

Un’esempio di storie negative, sono gli autosabotaggi che sono quella vocina che fa dire possono sfociare nella procrastinazione, nel non finire o nel non fare le cose, nel perfezionismo o nell’inventarsi scuse.

Quando ci diciamo “capitano tutte a me” “non sono in grado” “lo farò un’altro giorno”, ci stiamo autosabotando. E ripetendo questo ragionamento, abitueremo il nostro cervello a fare ragionamenti e poi azioni, non proprio positivi, per la nostra felicità ed i nostri obiettivi.

Quando inizi a credere alla storia che ti racconti, vedrai il mondo con quel filtro neglio occhi, gli eventi che vedi intorno a te la confermeranno e quel pensiero diventerà la tua realtà, dato che anche le tue azioni si saranno poi adegueranno.

Riflessione e link utili per proseguire

Se ti capita spesso di fare questi ragionamenti stai sereno.

Stai sereno perchè è la condizione normale nella quale si trova la maggior parte delle persone.

Io stesso, per anni, mi sono detto che non ero capace a fare molte cose, mi sono limitato nell’agire, mi sono fatto guidare dalle mie credenze, fino a che non ho appreso ciò che stò condividendo con te. Ho capito che non ero io a scegliere, ed ho cercato nuove informazioni utili per cambiare le mie decisioni e le mie scelte.

Ecco perchè, se vuoi più informazioni su cosa può fare la nostra mente e come funziona, ti suggerisco un libro che mi ha aperto gli occhi. Se vuoi vederlo, lo trovi su Amazon cliccando qui.

Leggendo poi svariati libri, e guardando video di settore, ho poi capito come intervenire sulle mie convinzioni per cambiarle. Se vuoi conoscere due tecniche utili, trovi l’articolo in cui ne parlo, cliccando qui.

Concludendo

Concludendo amico Walker, mi auguro che l’articolo ti abbia aperto gli occhi, e che abbia risvegliato in te, quella voglia di prendere in mano le redini della tua vita. 🙂

Fammi sapere poi cosa ne pensi dell’articolo, e quale dei 4 modelli ha influenzato e formato più credenze in te.

A presto Walker!

Un abbraccio.

Francesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: