Visualizzazione: come funziona e come imparare a visualizzare

La visualizzazione, può cambiarci la vita!

No, non sono impazzito. La visualizzazione, è una tecnica che realmente può aiutarci.

I fini possono essere diversi. Può aiutarci nel raggiungere i nostri obiettivi, può aiutarci nel mantenere alta la nostra motivazione, oppure può aiutarci a migliorare il nostro comportamento in specifiche situazioni.

E non sono io a dirlo eh, ma ricerche scientifiche e la moltitudine di Coach che aiutano atleti, a migliorare la propria prestazione, visualizzando se stessi durante la gara.

Il modo comunemente sbagliato di visualizzare

Come vedremo più avanti nell’articolo, è una tecnica che inconsciamente già utilizziamo, il fatto è che spesso la utilizziamo al contrario.

Ovvero, ci immaginiamo le cose che non vogliamo e quindi andremo a condizionare il nostro cervello, verso quel risultato, o quella situazione situazione.

Io ero un campione in questo, tutte le volte mi dicevo inconsciamente “E se poi la prossima volta….(situazione negativa)” oppure “speriamo che non succeda …x…y….z”. (E ovviamente questo, pregiudicava la mia prestazione, ed il mio comportamento nella situazione futura.)

Infatti, anche se nella seconda frase c’è la negazione, il nostro cervello tende a non vederla, ed immagina proprio quella cosa che non vogliamo.

E’ come se ti dicessi di non immaginare un elefante con le orecchie da topo rosa che gioca a calcio. Scommetto che lo hai immaginato vero? Funziona così!

Perciò, compresa l’importanza e l’efficacia della visualizzazione, andiamo a vedere in questo articolo come funziona la visualizzazione, quali sono i suoi benefici e come imparare a visualizzare.

Come funziona la visualizzazione

La visualizzazione, è una tecnica che utilizza già il nostro cervello. Come ti ho anticipato prima, la utilizziamo in modo inconsapevole quando pensiamo, ma anche quando dobbiamo svolgere delle azioni.

Infatti, il nostro cervello, prima di fare una determinata azione, ha già visualizzato il processo, o il risultato che vuole ottenere.

L'immagine rappresenta una persona che già compie delle azioni che il suo cervello ha da prima immaginato e visualizzato.

E’ stato dimostrato, che prima di fare un movimento o un’azione, viene attivita l’area premotoria del lobo frontale, che serve per programmare il movimento, anche se poi questo non verrà svolto.

Dato che la utilizziamo già in maniera inconsapevole, perchè non sfruttarla in maniera consapevole per creare ciò che vogliamo, o per allenarci ad una determinata prestazione?

Se gli atleti, immaginano ogni aspetto della propria gara ancora prima di svolgerla per migliorare la performance, qualche beneficio lo dovrà pur portare nò?

Benefici della visualizzazione

Ma quali vantaggi porta nello specifico? E perchè funziona?

  • Crea una relazione fra la nostra parte inconscia e la nostra parte razionale. Infatti il cervello non distingue tra finzione e realtà, perciò immaginando ripetutamente, un traguardo o una determinata azione, influenzeremo il nostro inconscio ad arrivare a quel risultato. Con il tempo poi, ci arriveranno pensieri legati al raggiungimento di quell’obiettivo o di quel miglioramento, magari mentre stavamo facendo altre cose.
  • Alimenta la nostra motivazione. Quando ci immaginiamo di essere nella situazione desiderata, o immaginiamo il miglioramento che vogliamo creare, sperimentiamo la soddisfazione di quel risultato e recuperiamo anche la benzina e l’energia necessaria per realizzarlo.
  • Aumenta la nostra concentrazione in quell’obiettivo e ci aiuta a rimanere focalizzati.

Il nostro cervello, va dove trova meno resistenza, ovvero dove abbiamo già portato la nostra attenzione prima. Se ti trovi con un gruppo di amici e parlate in continuo di calcio, è inevitabile che prima o poi inizierai a giocare a calcio, o ad interessarti all’argomento.

Il cambiamento, è difficile proprio perchè noi tendiamo a fare sempre le stesse cose, e quindi il nostro cervello fa sempre il solito percorso, ed utilizza le stesse sinapsi (collegamenti fra neuroni).

E nel momento in cui inizierai a porre l’attenzione, su un nuovo comportamento o argomento, ecco che inizierai a creare un nuovo percorso, una nuova sinapsi. E se continuerai con costanza, a riportarci l’attenzione, prima o poi quella cosa, entrerà a far parte della tua vita.

Portare l’attenzione, è molto simile a visualizzare, anche se poi la visualizzazione è più potente del semplice portare l’attenzione, ma già portandoci l’attenzione, aiuteremo il nostro cervello a trovare un nuovo percorso più semplice da fare, dato che avremo già iniziato a crearlo.

Da qua poi il nostro cervello, inizierà a portarci nuovi pensieri su quell’argomento, vedremo nuove opportunità, vedremo nuove soluzioni e magari proprio nel momento in cui stavamo facendo la doccia , stavamo correndo o stavamo sperimentando il silenzio.

L'immagine rappresenta una persona che ha imparato come visualizzare ed utilizza questa pratica per migliorare la sua vita.

Ti dico queste cose, perchè le ho provate in prima persona. La mia vita è cambiata da quando ho iniziato a visualizzare in modo consapevole.

Sei libero di credermi o di non credermi, se però mi credi e vuoi capire come imparare a visualizzare, continua pure la lettura.

Come imparare a visualizzare

Bravo Walker, se sei arrivato fino a qui e non è da tutti. Molti scommetto che si saranno fermati prima, ma d’altra parte, ognuno fa le proprie scelte e costruisce il proprio mondo.

Bene! Vediamo fin da subito come possiamo iniziare a visualizzare.

1. Definisci un’obiettivo chiaro

Definisci in primis un’obiettivo che vuoi raggiungere, può essere un obiettivo a lungo termine, a breve termine, una situazione nella quale ti vuoi allenare per reagire meglio o per migliorare la tua prestazione.

Può essere una promozione, un corpo in forma, te stesso mentre studi, un risultato finanziario, la casa dei sogni, il migliorare la reazione che hai quando si verifica un determinato evento, questo dipende da te e dalle tue priorità.

Definiscila scrivendola in un foglio.

Se poi non hai molte idee, forse dovresti ridefinire le tue priorità. In questo caso, trovi l’articolo in cui parlo di 3 step per definire le tue priorità, cliccando qui.

2.Abbi chiara la motivazione

Perchè vuoi raggiungerlo? Per quale motivo lo fai? Come cambierà la tua vita una volta raggiunto quel risultato?

Definisci la motivazione che ti spinge a raggiungere quell’obiettivo o migliorare quella situazione, così da unire l’emozione alla visualizzazione, ed aumentare l’effetto della pratica.

Vuoi avere maggiore serenità, un senso di benessere maggiore, vuoi dimostrare il tuo valore, lo fai per altre persone, vuoi entrare a far parte di un determinato gruppo di persone..Quale è la tua motivazione?

Trovala, ed una volta trovata, scrivila nel foglio sotto all’obiettivo che hai segnato. Se poi hai difficoltà a trovarla, ho parlato di come trovare la motivazione, in un articolo che trovi cliccando qui

3.Inizia la visualizzazione

  1. Trova un momento in cui sei calmo ed un posto tranquillo dove non essere disturbato. Ed inizia a rilassarti, con qualche respiro profondo, chiudi gli occhi e rilassa ogni parte del tuo corpo.
  2. Adesso visualizza l’attività, l’evento o il risultato che vuoi raggiungere. Vedi te stesso dall’esterno, nel momento in cui raggiungi quello specifico risultato, migliori quella situazione e nel momento in cui esegui la prestazione. Visualizza sia il risultato che il processo per arrivare al risultato.
  3. Ricorda il motivo per il quale lo hai fatto e visualizza, quel motivo, visualizza come è cambiata la tua vita e senti la soddisfazione per averlo conseguito.
  4. Visualizza gli ostacoli che hai trovato, o che troverai lungo il percorso e vedi te stesso dall’esterno mentre superi questi ostacoli.
  5. Torna poi a visualizzare il risultato finale, prova ad ingrandire o rimpicciolire l’immagine. Se senti dei rumori prova ad alzare o abbassare il volume, se percepisci la sensazione moltiplicala dentro di te di 20 volte e ripeti il procedimento più volte nel tempo.

Bene, questa è un pò come ho imparato a visualizzare io. Il punto 5 può sembrarti strano in un primo momento, ma quando lo metterai in atto, fai particolare attenzione a quale dei tre metodi, ti sembra più funzionale nella tua pratica.

Riflessione e link utili per proseguire

All’inizio può essere non semplice visualizzare, una cosa che per me è stata utile, è stata quella di iniziare a visualizzare, immaginando piccoli oggetti, così da allenare la mia capacità immaginativa.

Se poi vuoi altre informazioni, ti consiglio due libri che mi hanno aiutato a visualizzare.

Il primo insegna quando praticare la visualizzazione e come sviluppare questa capacità, superando anche le varie difficoltà. Se vuoi vederlo, lo trovi su Amazon cliccando qui

Il secondo libro, è un testo un pò più leggero, nel quale puoi comunque trovare diversi esercizi pratici per visualizzare. Se ti interessa, lo trovi su Amazon cliccando qui.

Come tutte le cose poi, anche la visualizzazione porterà i suoi risultati nel tempo, ecco perchè è importante non fermarsi dopo le prime volte in cui pratichiamo, ma farla diventare una nuova abitudine.

Se poi vuoi degli spunti per farlo, ho riassunto gli step utili per creare una nuova abitudine, in un articolo che trovi cliccando qui.

Concludendo

Bene, siamo arrivati alla fine.

Ah, e ricordati ovviamente oltre che visualizzare anche di agire mi raccomando! :p

Fammi sapere poi se sei riuscito a visualizzare, se hai domande, o se c’è qualcosa di non semplice, che ti rende difficile visualizzare.

Un abbraccio Walker!

A presto.

Francesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: